• Obiettivi

 
La Macro Regione Alpina è un obiettivo da raggiungere gradualmente
 
06-Sintesi-2014
  Tavola 006-01 – Cronologia avvenimenti  2011 -2015
 

Il 20 dicembre 2013, il Consiglio Europeo dei Capi di Stato e di Governo ha dato formalmente mandato alla Commissione Europea di “elaborare una Strategia dell’Unione Europea per la Regione Alpina entro il giugno 2015”.Viene quindi riconosciuta dall’Unione Europea la proposta che le Regioni avevano fatto nel 2011 per una “Strategia Macroregionale Alpina” v.(http://www.montagna.regione.lombardia.it/cs/Satellite?c=Page&childpagename=Regione%2FMIL.

Il percorso di preparazione dei necessari accordi verso la realizzazione della Macro Regione Alpina (Macro_R.A.) 

2012

29 giugno- Bad Ragaz/San Gallo,(CH),  viene sancita  l'iniziativa della nuova macro-regione

(v. video sotto)

06-2012-SGallo

Tavola 006-02  Partecipanti ufficiali a Bad-Ragaz (San Gallo (CH))- 2012 Giugno

2013

 18 ottobre – Grenoble (Francia sud-orientale) – Firma tra sette Stati e 15 territori – potenziare il coordinamento delle politiche (e dei relativi fondi) per lo sviluppo sostenibile della nuova area  alpina (450 mila chilometri quadrati in cui vivono di 70 milioni di persone). 

Posizione Presidente R.Maroni (Lega Nord) (durata 01:09) Posizione Ufficio Stampa Provincia di Trento  Presidente A.Parcher (PD) (durata 5 e29)

Tavola 006- 03 e 04 -Grenoble Ottobre 2013 -Nasce la Macroregione con 46 Regioni alpine (durata 01:09)

06-Grenoble-03-quater
Tavola 006-05 – Documento di approvazione con le firme dei delegati

10 dicembre 2013

Macroregione Alpina, Maroni: ora strategie comuni

(vedi sotto)

Avvenimenti in predicato

2013Dicembre

Bruxelles – Approvazione della nuova macro-regione alpina da parte della UE

2014-2020

Nuovo ciclo dei fondi strutturali 2014-2020. Disponibilità di alcuni di questi fondi comunitari ad uso della nuova Macro-regione alpina o del nord

2015

E' previsto il varo della Costituzione della Macro Regione Alpina

Informazioni stampa :Grenoble 18 ottobre 2013
Notizie in breve
Macroregione alpina: a Grenoble firma tra 7 stati e 15 territori
18 ottobre 2013 - I presidenti Zaia, Maroni e Cota
06-Obiettivi_clip_image002

A Grenoble il presidente della Provincia autonoma di Trento, Alberto Pacher, ha ribadito che "La macroregione alpina nascera' con il pieno coinvolgimento degli Stati, delle Regioni e anche delle Province" e in questo senso si dovrà definire il Piano di attuazione della Strategia. La partecipazione delle Regioni di Arge Alp, (la comunitá di lavoro dell'arco alpino che dal 1972 riunisce dieci Lander, Cantoni e Regioni di Austria, Germania, Italia e Svizzera), presenti all'appuntamento di Grenoble – scrive ancora Pacher – rappresenta un evento altamente simbolico".
  A Grenoble, infatti, sedevano allo stesso tavolo i presidenti
Maroni (Lombardia), Zaia (Veneto), Cota (Piemonte), Rollandin (Valle D'Aosta). L'occasione e' stata offerta dalla firma dell'accordo paritetico in forza del quale Stati e Regioni intendono potenziare il coordinamento delle politiche (e dei relativi fondi) per lo sviluppo sostenibile di un'area, quella alpina appunto, che si estende su oltre 450 mila chilometri quadrati ed e' abitata da circa 70 milioni di cittadini.   L'obiettivo e' quello di definire entro l'anno prossimo – e quindi in tempo per incidere sulla programmazione 2014-2020 dei fondi strutturali europei – un Piano di azione capace di declinare la strategia che oggi, davanti al ministro agli affari europei Thierry Repentin e di rappresentanti della Commissione europea, e' stata fortemente sostenuta da ministri o alti funzionari di 7 Stati (per l'Italia erano presenti Emma Bonino e Carlo Trigilia). Il traguardo giunge dopo un lungo lavoro che ha permesso di costruire gli spazi dentro i quali i diversi livelli istituzionali coinvolti potessero riconoscersi.

Informazioni stampa: Incontro Zaia-Moavero a Grenoble per 'alpina'

(fonte: AGI) Tn1/Eli)(AGI ) Trento 17 OTT 2013- notizie in breve

(AGI) – Venezia, 17 ott. - Il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha incontrato oggi a Grenoble il Ministro per gli Affari Europei, Enzo Moavero Milanesi, per un incontro preparatorio in vista della Conferenza, in programma per domani, al termine della quale i Presidenti delle Regioni e delle Province autonome alpine italiane firmeranno uno storico accordo paritetico tra Stati e Regioni sulla creazione di una "Strategia Macroregionale per la Regione Alpina". L'intesa costituira' uno strumento di coordinamento delle politiche e dei fondi transnazionali per garantire crescita, equita' e sviluppo sostenibile nelle Regioni piu' sviluppate d'Europa, quelle intorno alla catena alpina, una Macroregione di 70 milioni di abitanti su piu' di 450mila kmq. LA MACROREGIONE ALPINA MUOVE DA GRENOBLE UN PASSO DECISIVO PER ESSERE PROTAGONISTA IN EUROPA. ZAIA: “UNA GRANDE COMUNITÀ COESA PER VINCERE INSIEME LE SFIDE CHE CONTANO”

Comunicato stampa N° 1929 del 18/10/2013
LA MACROREGIONE ALPINA MUOVE DA GRENOBLE UN PASSO DECISIVO PER ESSERE PROTAGONISTA IN EUROPA. ZAIA: “UNA GRANDE COMUNITÀ COESA PER VINCERE INSIEME LE SFIDE CHE CONTANO” 
(fonte:AVN) Venezia, 18 ottobre 2013

 
 continua la lettura

Informazioni stampa: Grenoble, Maroni: è nata la Macroregione alpina

18 ottobre 2013

(Ln – Grenoble/F) "E' un fatto importante che vede le Regioni italiane del Nord protagoniste.
L'impegno di Lombardia, Piemonte, Veneto e poi delle altre Regioni, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta, per dare risposte concrete ai nostri cittadini". Così il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni ha commentato l'adesione al documento sulla Strategia europea per la macroregione alpina da parte di Stati e Regioni, a margine della Conferenza di Grenoble. "Si tratta di un percorso che si concluderà fra pochi mesi, durante il semestre di Presidenza italiano dell'Europa. Ma oggi è la data di nascita ufficiale della Macroregione alpina" ha precisato il governatore lombardo. PRIMO PASSO VERSO NUOVA EUROPA – Il Governatore ha sottolineato che esiste "una specificità di quest'area geografica e, per la prima volta, su questi temi, le Regioni diventano protagoniste nei rapporti fra loro e con l'Unione europea. Io lo considero l'inizio di una nuova Europa, quella delle Regioni, basata sul principio di sussidiarietà e che dà più spazio ai territori". UN PASSO IMPORTANTE – Maroni ha sostenuto che in questo modo, si costruisce un'Europa "più efficiente e capace di dare risposte ai territori tenendo conto delle loro specificità, che nel nostro caso sono diverse da quelle del Nord e del continente o dell'area mediterranea". Quello di oggi, ha evidenziato, "è un passo importante. Per la prima volta le istituzioni comunitarie si muovono in questa direzione e si tratta sicuramente di una novità positiva. Siamo di fronte a un processo lungo, che è iniziato anni fa e non si è ancora concluso. Ci sono tante resistenze da vincere – ha aggiunto Maroni – ma oggi si fa un passo in avanti importante".

(fonte: Lombardia Notizie-10-2013) 

Informazioni stampa: Macroregione alpina, Maroni: ora strategie comuni

10 dicembre 2013 

(Ln – Milano) Regioni del Nord riunite, a Palazzo Lombardia, per avviare un confronto sulle priorità da inserire nella Strategia dell'Unione europea per la Regione alpina (Eusar). "E' una grande sfida" ha commentato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni al termine del vertice che ha visto riuniti i presidenti (o loro delegati) di Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia-Giulia, Valle d'Aosta e delle Provincie autonome di Trento e Bolzano.

LOMBARDIA CAPOFILA – "Oggi – ha fatto sapere il governatore – si è stabilito il metodo di lavoro. La Regione Lombardia coordinerà il gruppo delle sette Regioni e, nel giro di un mese, definiremo gli obiettivi da sottoporre al Governo italiano e alla Commissione Ue".

QUESTO SARÀ IL FUTURO DELL'EUROPA – Rispondendo alle domande dei giornalisti, Maroni ha spiegato che, fra le sette Regioni, ci sarà "una strategia comune in vista di Expo", ma non solo, perché, ha osservato, "la Macroregione alpina sarà il futuro dell'Europa. Una novità, vera e importante, che serve a risolvere i problemi comuni che hanno tutte le regioni su cui insistono le Alpi". "E' iniziato – ha aggiunto Maroni – un percorso di risoluzione di questi problemi attraverso strategie comuni in materia di energia, trasporti, tutela dell'ambiente, comunicazioni. Questioni concrete, che riguardano i nostri territori e che, da oggi, iniziamo ad affrontare unitariamente".

(Lombardia Notizie) Continua la lettura

Documentazione e Mozioni in rete : Macroregione Alpina – FARNESINA, LEGA NORD

(disponibili in rete)

Comunicato FARNESINA 18-X-2013

MOZIONI – Assemblea Federale –  22 IX 2013           

VENEZIA                                                                               

Lega Nord (leggi…….)

 

 

 

(Pagina in costruzione)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta